Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA A LUSSEMBURGO

 

SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA A LUSSEMBURGO

La Settimana della Cucina Italiana in Lussemburgo, che conclude la rassegna "#Vivere all'Italiana – Italian Festival" organizzata dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia ICE e la Camera di Commercio Italo-Lussemburghese CCIL, è particolarmente significativa perché coincide con la XIII edizione di EXPOGAST, Salone Internazionale della Gastronomia tra i più importanti a livello mondiale nel settore horeca, organizzato da LuxExpo ogni quattro anni, in collaborazione con la "Villeroy and Boch Culinary World Cup".

Per dare risalto alla qualità dell’alta cucina italiana e alla sua straordinaria creatività che innova una tradizione di lunga data, il programma di eventi "The Extraordinary Italian Taste" curato dall’Ambasciata per un mercato di ridotte dimensioni, ma al centro dell’Europa e con una forte proiezione internazionale, pone in luce un patrimonio di abitudini alimentari sane ed equilibrate, uno stile di vita, in cui trovano il giusto spazio tutti gli elementi nutrizionali di cui ha bisogno il corpo umano. La versione italiana della dieta mediterranea è scientificamente riconosciuta come modello alimentare fra i più sostenibili per l’ambiente e per la salute.

La serata inaugurale, mercoledì 21 novembre, preparata con l’Accademia Italiana della Cucina e Slow Food Luxembourg, è affidata allo chef stellato Roberto Fani – "Chef dell’anno 2019" per Gault&Millau – e celebrerà con il menù "Ronzii in cucina" le varietà di miele che possono essere abbinate alle diverse portate, mentre l’apicoltore Roberto Ferrari, autore del libro "Regina di cuori, Regina di fiori", illustrerà le qualità del miele italiano e gli effetti benefici delle api sull’ecosistema.

Giovedì 22 novembre, la Nazionale Italiana Cuochi, che competerà con altre 30 squadre nazionali e con le rappresentanze di 75 nazioni per la "Culinary World Cup", sarà presentata nella Residenza dell’Ambasciatore d’Italia.

Il Salone EXPOGAST 2018 sarà inaugurato venerdì 23 novembre e si concluderà con le premiazioni giovedì 29 novembre. Lo stand italiano, in posizione preminente di fronte allo stand lussemburghese, dispone di un ampio spazio di degustazione allestito dalla CCIL con l’Agenzia ICE, la quale replicherà per l’occasione la campagna promozionale "Italian Wine - Taste the Passion", sperimentata negli Stati Uniti e premiata con lo Special Award dell’Italian Wine & Food Institute. Lo stand italiano presenterà anche liquori (con il marchio Negroni Antica Distilleria) e nuovi prodotti gastronomici (con i marchi Forno di Urbino, Dimmi di Sì, Dessert Manifattura). La precedente edizione di EXPOGAST (2014) ha registrato 44.500 visitatori ed ha visto la partecipazione di più di 8.000 professionisti provenienti da 56 Paesi.

 

 

EVENTO INAUGURALE: 21 NOVEMBRE 2018 - CENA “RONZII IN CUCINA”

 Ristorante dello Chef stellato, ROBERTO FANI, Chef dell’Anno 2019 da Gault&Millau

 Dedicata alla qualità del miele italiano, con un approfondimento culturale sull’ape Italiana (Mellifera Ligustica Spinola) e sulla sostenibilità ambientale, in presenza dell’apicoltore Roberto Ferrari, autore del libro
 
"REGINA DI FIORI REGINA DI CUORI"

libro regina di fiori regina di cuori

 

  

menu fani les bourdonnements en cuisisne 

 

 

img 0653

Da sinistra a destra: Pierre Gramegna, Ministro delle Finanze; Sylvie Ferrari-Gramegna, Presidente di SlowFood Grand-Duché;     Rossella Franchini Sherifis, Ambasciatore d’Italia; Chef Roberto Fani; Fabio Morvilli, Presidente della CCIL; Luisa Castelli,        Segretario Generale della CCIL; Cristina Sansone, Accademia Italiana della Cucina di Lussemburgo

 

img 0554

 

 

 

PRESENTAZIONE DELLA  NAZIONALE ITALIANA CUOCHI CON RICEVIMENTO IN RESIDENZA (22 NOVEMBRE 2018)

 

dsc 0151

 

 

 

menudsc 0255

 

dsc 0256

 dsc 0283

 

dsc 0245

 

dsc 0347 

 

dsc 0355 

 

 

 

fotone expogast 2 0

 

 

PARTECIPAZIONE DELLA NAZIONALE ITALIANA CUOCHI A EXPOGAST

 COMPETIZIONE PER LA COPPA DEL MONDO (24 - 28 NOVEMBRE 2018) 

 

03 lequotidien nazionale cuochi

 

ORO PER IL TAVOLO FREDDO PREPARATO DALLA  NAZIONALE ITALIANA CUOCHI

ARGENTO PER IL MENÙ CALDO

fic italia

 

 

img 3004

 

img 2986 

 

img 2988

 

img 2989

 

 

ita banner 2018 

 

Cos’è

La terza edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, che si tiene dal 19 al 25 novembre 2018, mira a promuovere all’estero l’agroalimentare e la cucina italiana di qualità, segni distintivi del "Marchio Italia" nel solco delle grandi tematiche che, a partire da EXPO 2015 Milano, contraddistinguono l’agroalimentare italiano: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità.

A ciò si aggiunge l’opera di valorizzazione, anche a fini turistici, dei territori, degli itinerari dell’arte culinaria italiana, nonché della dieta mediterranea, uno degli elementi che rende l’Italia il Paese più sano del mondo.

Fondamentali, altresì, le attività di presentazione e internazionalizzazione dell’offerta formativa italiana del settore, al fine di attrarre talenti dall’estero e fidelizzarli all’uso dei prodotti italiani di qualità.

Il progetto s’integra con le azioni previste dal Piano per la promozione straordinaria del Made in Italy, promosso dal Governo al fine di potenziare la distribuzione e la presenza commerciale dei prodotti del vero agroalimentare italiano, nonché con gli obiettivi del Piano Strategico del Turismo 2017-2022, volto a dare rilievo ai territori meno conosciuti all’estero.

Gli assi portanti

La promozione della Dieta Mediterranea e dei suoi ingredienti.

La valorizzazione degli itinerari enogastronomici e turistici regionali, anche in connessione con il 2018 Anno del Cibo.

La promozione con l’iniziativa "Pasta Pesto Day", che a seguito della tragedia del Ponte Morandi promuove la più tipica ricetta nei ristoranti di tutto il mondo, nei quali una quota del ricavato sarà destinata al Comune di Genova.

Le connessioni con le celebrazioni dei Centenari Rossiniani, in occasione del 150° anniversario della morte del compositore, appassionato di cucina e noto gastronomo.

Le attività di formazione, con particolare attenzione al settore alberghiero, per sviluppare collaborazioni di lungo periodo tra cuochi italiani e locali.

La tutela e la valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata unitamente ad azioni di diffusione dei metodi italiani di protezione dei marchi che sviluppino iniziative di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding.

Chi, dove, quando

Il progetto, ideato e coordinato dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stato sviluppato all’interno di un Gruppo di lavoro che coinvolge il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nonché tutti i principali Enti, Associazioni ed Istituzioni che rappresentano la cucina italiana e l’Italia nel mondo: le Regioni, Agenzia ICE, ENIT, università, sistema camerale, associazioni di categoria, scuole di cucina, reti dei ristoranti italiani certificati e operatori del settore enogastronomico e del design.

Punto di riferimento per le oltre 1000 attività previste sono le quasi 300 sedi diplomatico-consolari e degli Istituti italiani di cultura, che coordinano le iniziative dei vari partner per ottimizzare l’uso delle risorse, fare massa critica e garantirne la coerenza.

Seminari e conferenze, incontri con gli chef, degustazioni e cene, eventi di promozione commerciale, corsi di cucina, sono solo alcune delle attività previste. La cucina è raccontata anche attraverso iniziative di taglio culturale, come proiezioni di film e documentari legati al cibo, convegni, concerti, corsi di lingua, mostre fotografiche.

 


589