Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ASSISTENZA A CONNAZIONALI CHE VERSANO IN GRAVI CONDIZIONI DI DIFFICOLTÀ FINANZIARIA O INDIGENZA A CAUSA DELLA PANDEMIA

Data:

10/12/2020


ASSISTENZA A CONNAZIONALI CHE VERSANO IN GRAVI CONDIZIONI DI DIFFICOLTÀ FINANZIARIA O INDIGENZA A CAUSA DELLA PANDEMIA

Alla luce del protrarsi delle restrizioni collegate alla pandemia, si informano i connazionali che si trovino in situazioni di comprovata indigenza, ma anche i cittadini italiani titolari di piccole/micro imprese (ad esempio, ristoranti o bar) che abbiano subito un danno dal blocco totale o parziale della propria attività, tale da aver causato la perdita di reddito (almeno il 50% del reddito registrato nell'ultimo anno) di titolare e/o addetti da rischiare il fallimento dell'impresa, che l'Ambasciata è a completa disposizione per valutare, direttamente con gli interessati, la possibilità di concedere un piccolo aiuto economico, sotto forma di sussidio, nei limiti dei fondi a bilancio assegnati a tale scopo.

Saranno valutate anche altre possibili richieste di assistenza economica (ad es., per l'acquisto di strumentazione informatica utile a garantire la didattica a distanza per i figli di famiglie italiane bisognose o la partecipazione a corsi di riqualificazione professionale a seguito della perdita del posto di lavoro) a favore di soggetti in stato di necessità, per motivi riconducibili alle restrizioni imposte dalla pandemia.

Per maggiori informazioni o per sottoporre, in via ufficiale, una richiesta di sussidio straordinario, l'interessato(a) in possesso di cittadinanza italiana potrà inviare una mail, con una breve descrizione della propria vicenda e lasciando un recapito telefonico, all'indirizzo: consolare.lux@esteri.it.

Dopo un primo esame della situazione, l'Ambasciata prenderà contatti per fissare un colloquio conoscitivo, presso i nostri Uffici. Ogni singolo caso sarà naturalmente trattato con la massima discrezione possibile.

Si tratta di un progetto speciale della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero della Farnesina, che si è subito attivata per ampliare la casistica dell’assistenza offerta dalle Sedi diplomatico-consolari nel mondo.


670