Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CODICE FISCALE - PIN CODE - INCENTIVI FISCALI

 

CODICE FISCALE - PIN CODE - INCENTIVI FISCALI

Codice fiscale - Pin Code - Incentivi fiscali

1. Codice Fiscale
2. Dichiarazione dei redditi - PINCODE
3. Incentivi fiscali per il rientro di lavoratori in Italia

1. Codice Fiscale

Presso gli Uffici consolari all'estero è possibile ottenere il rilascio del codice fiscale italiano in quanto persone fisiche (mentre le Società devono richiedere il codice fiscale in Italia, presso la sede dell'Agenzia delle Entrate competente per territorio in base al luogo di registrazione/sede legale della Società). Il codice fiscale è necessario per poter effettuare operazioni fiscali in Italia e viene rilasciato a cittadini italiani o stranieri, a condizione che gli stessi siano residenti nel territorio della circoscrizione consolare di competenza.

Si ricorda che l'Agenzia delle Entrate è l'unica autorità competente al rilascio ed alla validazione del codice fiscale. L'attribuzione di tale codice da parte dell'Ufficio Consolare è dunque una alternativa possibile solo per le persone residenti all'estero. Per poter attribuire un codice fiscale tramite gli Uffici Consolari è indispensabile avere un recapito di residenza all'estero.

Come richiedere l'attribuzione del numero del codice fiscale se residenti in Lussemburgo:

· per posta elettronica (consigliato), inviando un'email all'indirizzo: notarile.lux@esteri.it allegando questo formulario firmato + copia di un documento di riconoscimento (passaporto o carta di identità).

Conclusione della Procedura

La certificazione viene inviata via e-mail (file PDF) da questo Ufficio consolare. L'Agenzia delle Entrate non rilascia più tessere in plastica (né in Italia né all'estero): la stampa del codice fiscale nel formato bar-code (codice a barre) rilasciato dall'Ufficio consolare ne consente comunque l'acquisizione ottica, al pari del tesserino di codice fiscale.

Si fa presente che il codice fiscale non scade e non cambia per trasferimento all’estero. Questo Ufficio consolare non ha la possibilità di modificare un codice fiscale a seguito di errore o cambiamento di nome: è necessario rivolgersi alla sede dell’Agenzia delle Entrate in Italia.

ATTENZIONE: Il CODICE FISCALE compare sulla TESSERA SANITARIA, che ha una scadenza ed è legata alla residenza in Italia. Chi risiede all'estero non ha diritto alla TESSERA SANITARIA, la quale viene ancora prodotta in plastica ma rilasciata esclusivamente alle persone residenti in Italia.

 

2. Dichiarazione dei redditi - PINCODE

L'Agenzia delle Entrate offre la possibilità ai cittadini italiani residenti all'estero di ottenere il PINCODE che consente loro di trasmettere via Internet la dichiarazione Unico persone fisiche ed effettuare i relativi pagamenti. Le procedure sono dunque riferite unicamente ai cittadini non residenti nel territorio nazionale, che possono rivolgersi alle Ambasciate e Consolati all'estero per chiedere il proprio PINCODE.

I requisiti per l'attivazione del PINCODE all'estero sono i seguenti:

1. iscrizione nello schedario consolare ·

2. iscrizione nei registri AIRE del Comune di riferimento

Il servizio all'estero non è operativo per i cittadini stranieri, i quali devono rivolgersi direttamente agli Uffici dell'Agenzia delle Entrate che si trovano in Italia.

Modalità di richiesta del PINCODE

Per ottenere il PINCODE è necessario seguire questi passi:

1. avviare la procedura collegandosi al sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it ,

sezione “Abilitazione”, utilizzando la specifica funzione “Presentazione della domanda - Cittadini italiani residenti all'estero”
2. stampare la domanda ed inviarla all'Ufficio Consolare competente per posta elettronica (consigliato) alla casella notarile.lux@esteri.it indicando i dati anagrafici completi (cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza in Lussemburgo, telefoni di contatto, casella di posta elettronica) + scansione del documento d'identità (formato PDF ), oppure per posta ordinaria all'indirizzo della Cancelleria Consolare, inviando una breve lettera contenente i dati anagrafici (vedi sopra) + fotocopia di un documento d'identità.

3. attendere la comunicazione per e-mail che conterrà la prima parte del PINCODE e la password di accesso
4. accedere di nuovo al sito http://telematici.agenziaentrate.gov.it per ricevere la seconda parte del PINCODE

In caso di mancata richiesta scritta da parte del cittadino indirizzata l'Ufficio Consolare competente, non si potrà attivare il PINCODE.

3. Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia (Legge n. 238, 30/12/2010)

·> per informazioni cliccare qui


435