Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ASSISTENZA AI CITTADINI - SANITÀ - RIMPATRIO SALME O CENERI

 

ASSISTENZA AI CITTADINI - SANITÀ - RIMPATRIO SALME O CENERI

L'assistenza che l'Ufficio Consolare può fornire in favore di un cittadino italiano che si trova in difficoltà all'estero può assumere varie forme. Possibili interventi includono:   

· assistenza ai detenuti

· assistenza economica (nei casi previsti dalle disposizioni vigenti)

· assistenza indiretta attraverso enti ed associazioni assistenziali

· assistenza legale mediante l'indicazione di professionisti di riferimento 

· assistenza in caso di furto o smarrimento di documenti 

· assistenza nella ricerca di connazionali

· rimpatrio di salme o ceneri

· rimpatrio di connazionali in stato di indigenza o per gravi motivi di salute, e dei minori italiani in stato di abbandono

Assistenza ai detenuti

In caso di arresto di un cittadino italiano si ha il diritto di chiedere la protezione consolare, quindi il Consolato competente può:
· visitare il detenuto
· fornire nominativi di legali in loco
· mantenere contatti con la famiglia
· garantire, quando è necessario e consentito dalle norme locali, forniture mediche o altro

L'ufficio consolare non può intervenire in giudizio per conto dei cittadini e / o di pagare le spese legali.

Ricerche di connazionali all'estero

Sulla base della Legge 675/96 sulla riservatezza dei dati personali, nessun ente pubblico può diffondere informazioni su persone a privati cittadini senza il consenso degli interessati.

Pertanto, una volta individuata la persona cercata, l'ufficio "assistenza consolare e previdenza sociale" della Cancelleria Consolare di Lussemburgo, otterrà il consenso dell'interessato/a ad informare chi ha inoltrato la richiesta di notizie.

Nei limiti normativi sarà possibile attivare una ricerca in uno dei modi seguenti:

inviando un fax all'Ufficio IV della Direzione Generale Italiani all'estero ai numeri(+39) 06 3691 8609 oppure (+39) 06 3691 8628;inviando un messaggio PEC alla Cancelleria Consolare di Lussemburgo o un fax al numero (00352)455523;telefonando al numero (+39)06 3691 2930 dalle 9.30 alle 16.00 specificando i propri dati, quelli della persona che si sta cercando e il motivo per il quale la si vuole rintracciare.

La Sottrazione internazionale di minori

La problematica della sottrazione internazionale di minori ha assunto negli ultimi tempi una rilevanza crescente, sia per l'aumento di separazioni, spesso conflittuali, fra persone di diversa o doppia cittadinanza, sia per la maggiore sensibilità con la quale il problema è avvertito nel nostro Paese.

Il contatto prioritario per il genitore connazionale interessato al recupero di un minore è l'Autorità Centrale presso il Ministero della Giustizia che opera in collaborazione con la DGIT (Direzione Generale Italiani all'estero) Uff. IV del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Sanità

Gli Uffici Consolari non hanno competenza diretta in materia sanitaria. I cittadini italiani che viaggiano in Lussemburgo, iscritti al "Servizio Sanitario Nazionale", hanno accesso ai servizi sanitari gratuiti se in possesso della tessera europea di assicurazione malattia (TEAM). Gli ospedali pubblici e servizi di "Urgenza" lussemburghesi forniscono assistenza medica di emergenza. Per ulteriori informazioni sulla tessera TEAM si consiglia di visitare il sito web della Commissione Europea: http://ec.europa.eu/social/

La Cancelleria Consolare dell'Ambasciata Italiana di Lussemburgo ha anche un elenco di medici di riferimento > *******

Rimpatrio della salma o delle ceneri

L'Ufficio Consolare fornisce assistenza e consulenza in caso di rimpatrio di salme o ceneri di cittadini italiani deceduti in Lussemburgo. In questo contesto, il lavoro dell'Ufficio Consolare è quello di chiedere l'autorizzazione del comune italiano per la sepoltura del corpo (o delle ceneri) e rilasciare il passaporto mortuario.

Per il rilascio di tale passaporto si deve presentare la seguente documentazione:

1. certificato di morte integrale e certificato di morte internazionale (Modello “C” internazionale) rilasciato dal "Comune lussemburghese" che ha registrato il decesso

2. copia del documento di identità del defunto

3. ricevuta di versamento o bonifico bancario di Euro 41,00 per il rilascio del passaporto mortuario (art. 66h dei diritti consolari) (nota: le tariffe consolari possono cambiare o aumentare senza preavviso)

4. inoltre:

o nell'ipotesi di rimpatrio di ceneri: certificato di cremazione

o nell’ipotesi invece di rimpatrio di salma:

- Procès-verbal de Mise en bière
- Laissez-passer mortuaire
- certificat médical officiel


432