Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

UFFICIO NOTARILE

 

UFFICIO NOTARILE

L’ufficio consolare esercita - esclusivamente nei confronti di cittadini italiani che si trovino all'estero in via permanente o temporanea - talune funzioni notarili previste dal nostro ordinamento. Essenzialmente si tratta del ricevimento di atti pubblici (procure, testamenti), di atti notori, di autenticazioni e di sottoscrizioni apposte a scritture private.

I servizi notarili più frequentemente richiesti ad un Ufficio Consolare sono:

· procure speciali e generali

· revoche di procura

· rinunce ad eredità

· deleghe

Si tratta di atti redatti in lingua italiana per i quali, pertanto, è richiesta la presenza fisica del dichiarante, munito di un documento di riconoscimento in corso di validità, presso gli uffici della Cancelleria Consolare dell'Ambasciata d'Italia in Lussemburgo.

I dati che dovranno essere forniti dagli interessati per la preparazione degli atti notarili, da redigere in forma di "atto pubblico" a cura dell'Ufficio notarile della Cancelleria Consolare, sono i seguenti:

· mandante (colui che dà mandato/procura): cognome e nome, luogo e data di nascita, luogo di residenza (città, via/piazza, numero civico), codice fiscale italiano

· mandatario (colui che riceve mandato/procura): cognome e nome, luogo e data di nascita, luogo di residenza (città, via/piazza, numero civico), codice fiscale italiano

· oggetto dell'atto

Sulla base dell’28 del decreto legislativo n. 71 del 3 febbraio 2011, gli atti pubblici possono essere rilasciati ai soli cittadini italiani, con la sola eccezione in cui partecipino all’atto cittadini e non cittadini, in quanto viene considerata prevalente l’elemento della cittadinanza italiana di almeno una delle parti.

Il rilascio delle procure e degli atti notarili è soggetto al versamento delle relative tariffe consolari

Il cittadino italiano all'estero o lo straniero può, in alternativa, formalizzare l'atto presso un pubblico notaio ufficialmente accreditato in Lussemburgo. Successivamente, dovrà far apporre sul documento l'«apostille» da parte del

Ministero degli affari Esteri locale ed effettuare la traduzione giurata.


431