Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza

 

Cittadinanza

 

 

La cittadinanza italiana

è attualmente regolata dalla legge n.91 del 5 febbraio 1992, entrata in vigore il 16 agosto 1992.

La cittadinanza italiana si basa sul principio delle jus sanguinis (diritto di sangue) per il quale il figlio nato da padre italiano o da madre italiana è cittadino.

Sono quindi italiani per filiazione, anche se nati all'estero, i figli di cittadino/a italiano/a). Tuttavia la madre italiana trasmette la cittadinanza ai figli minori solo a partire dal 1° gennaio 1948 per effetto di una specifica sentenza della Corte Costituzionale.

Oltre che per jus sanguinis la legislazione in vigore prevede che la cittadinanza italiana possa essere acquisita anche in determinate altre circostanze.

(http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/cittadinanza.html)

L’autorità competente ad effettuare l’accertamento o a ricevere le istanze di acquisizione della cittadinanza è determinata in base al luogo di residenza: per i residenti all’estero è l’Ufficio consolare territorialmente competente.

A decorrere dall'8 agosto 2009, le istanze o le dichiarazioni concernenti l'elezione, l'acquisto, il riacquisto, la rinuncia o la concessione della cittadinanza italiana sono soggetti al pagamento di un contributo di 200 euro da versare a favore del Ministero dell’Interno.

A decorrere dall’8 luglio 2014 tutte le istanze di riconoscimento della cittadinanza italiana di persona maggiorenne sono soggette al pagamento di una percezione consolare per il trattamento della domanda di 300 Euro.

 

RICEVIMENTO PUBBLICO

Giovedi’: si riceve solo per appuntamento dalle 9 alle 12h30.

Per l’appuntamento contattare tramite e-mail di cittadinanza:   lussemburgo.cittadinanza@esteri.it

 

- CASI DI MAGGIORE RILEVANZA:

 

- RICONOSCIMENTO DEL POSSESSO DELLA CITTADINANZA ITALIANA JURE SANGUINIS (DISCENDENZA DIRETTA SENZA INTERRUZIONE DI POSSESSO);

- ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA PER MATRIMONIO CON CITTADINO/A ITALIANO/A;

 

N.B.:

A decorrere dal 5 ottobre 2018 - ai sensi dell''art. 14 del D.L. 4 ottobre 2018, n. 113 recante "Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell''interno e l''organizzazione e il funzionamento dell''Agenzia nazionale per l''amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata", pubblicato nella G.U. n. 231 del 2018 - il contributo, al cui pagamento sono soggette le istanze o dichiarazioni di elezione, acquisto, riacquisto, rinuncia o concessione della cittadinanza italiana, è di importo pari a 250 euro.

Si comunica che dall'11 febbraio sarà possibile per le parti unite civilmente, ai sensi della legge 20/05/2016, n. 76 "Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze.", inoltrare on line le richieste di cittadinanza italiana.

 

 

 


105