Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Stato civile

 

Stato civile

Stato civile


Gli uffici di Stato Civile di un’Ambasciata o di un Consolato si occupano, come i Comuni italiani, delle iscrizioni, delle annotazioni e della tenuta dei Registri di Stato Civile (cittadinanza, nascita, matrimonio e morte).


Gli uffici consolari trasmettono gli atti di Stato Civile rilasciati dalle Autorità straniere ai comuni italiani ai fini della loro trascrizione e hanno anche la competenza a rilasciare certificati relativi allo "stato civile" di ciascun individuo.


Gli uffici consolari assistono i cittadini nell'espletamento delle seguenti pratiche:

•    Matrimonio e pubblicazioni di matrimonio per i cittadini residenti nella circoscrizione e regolarmente iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.).

•    Trasmissione delle istanze per il cambiamento del nome o del cognome alle prefetture competenti; 

•    Ricezione delle sentenze di separazione e di divorzio e trasmissione ai Comuni competenti per la trascrizione.


VARIAZIONI DI STATO CIVILE PRESSO LA CANCELLERIA CONSOLARE DELL’AMBASCIATA D’ITALIA IN LUSSEMBURGO

 

NASCITA


I figli di almeno un genitore in possesso della cittadinanza italiana al momento della nascita sono cittadini italiani per iure sanguinis e vanno registrati presso il Comune italiano di iscrizione del genitore.
 

Per effettuare la comunicazione di una nascita avvenuta in costanza di matrimonio nel territorio del Granducato di Lussemburgo, è necessario far pervenire a questo ufficio di Stato Civile i seguenti documenti:

•    atto di nascita emesso dal comune lussemburghese su formulario internazionale (modello A); 

•    documentazione comprovante la cittadinanza italiana di almeno uno dei genitori (fotocopia della carta d’identità o del passaporto italiano).


In caso di figlio naturale va presentata la copia integrale dell’atto di nascita (debitamente tradotto in italiano da un traduttore giurato) ed è richiesta la presenza presso la Cancelleria Consolare di entrambi i genitori.

 

NOVITA'  ATTRIBUZIONE COGNOME MATERNO.

1) La Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale della norma, desumibile da un'interpretazione sistematica di alcune disposizioni del codice civile e dell'Ordinamento dello Stato civile, nella parte in cui non consente ai genitori, di comune accordo, di trasmettere al figlio, al momento della nascita, anche il cognome materno oltre a quello paterno.

 

2) In ragione della pronuncia del giudice costituzionale, ora, anche gli atti di nascita stranieri di figli di genitori entrambi esclusivamente italiani, presentati per la trascrizione in Italia, che già rechino il cognome materno IN AGGIUNTA a quello paterno diventato recevibili nell'ordinamento italiano, purchè accompagnati da prova della comune volontà dei genitori in tal senso. 

NB. Conformemente a quanto previsto dall'art. 98 del D.P.R. 396/2000, nei casi in cui l'atto straniero di nascita di cui viene richiesta la trascrizione, indichi il solo cognome paterno, nonostante la volonta' dei genitori di attribuire anche quello materno, potra' essere acquisita una istanza con la quale i genitori richiedono di trascrivere l'atto riportando anche il cognome della madre, e di trasmetterla al Comune italiano unitamente all'atto di nascita.

 

 

MATRIMONIO


Il cittadino italiano iscritto in A.I.R.E., per contrarre matrimonio in territorio lussemburghese con altro cittadino italiano o straniero, deve ottenere il rilascio da parte di questa Cancelleria Consolare del Certificat de Capacité Matrimoniale ed a tal fine i futuri coniugi devono presentarsi presso questi uffici entrambi muniti della seguente documentazione:

•    documento di riconoscimento (carta di identità o passaporto); · certificato di residenza;


•    certificato di stato libero rilasciato dal Comune Italiano o dall’Autorità Consolare di ultima residenza.


Il matrimonio celebrato all’estero per avere valore in Italia deve essere successivamente trascritto presso il Comune di iscrizione A.I.R.E. ed a tal fine occorre far pervenire a questi uffici il certificato di matrimonio rilasciato dalle autorità lussemburghesi su modello internazionale (modello B). 


                                _______________



Il cittadino italiano iscritto in A.I.R.E., per contrarre matrimonio in Italia o presso questo ufficio consolare con altro cittadino italiano o straniero, deve fare richieste di Pubblicazioni di Matrimonio e pertanto entrambi i nubendi devono presentarsi presso questi uffici con congruo anticipo muniti della seguente documentazione:

•    documento di riconoscimento (carta di identità o passaporto);

•    certificato di residenza;

•    copia integrale dell’atto di nascita (se uno dei coniugi è divorziato, la trascrizione della sentenza di divorzio deve figurare sull’atto);

•    certificato di stato libero rilasciato dal Comune Italiano o dall’Autorità Consolare di ultima residenza.


In caso di matrimonio celebrato in Italia, sarà cura degli sposi far pervenire a questo ufficio copia del certificato di matrimonio.


NB: in caso di matrimonio celebrato in un Paese terzo è opportuno prendere contatti con l’autorità consolare italiana competente per territorio e, successivamente, far pervenire a questo ufficio il certificato di matrimonio ai fini della regolarizzazione della posizione di stato civile.


DIVORZIO



Una sentenza di divorzio pronunciata nel Granducato non è considerata automaticamente valida in Italia.


Il cittadino italiano che deve fare registrare in Italia una sentenza pronunciata prima del mese di marzo 2001 deve presentarsi presso questi uffici munito di:

•    copia certificata conforme dal Cancelliere del Tribunale della sentenza di divorzio con traduzione giurata (vedi lista dei traduttori allegata); 

•     certificato di passato in giudicato (o non appello) con traduzione giurata (vedi lista dei traduttori allegata);

•    fotocopia di un documento di identità.


Il cittadino italiano che deve fare registrare in Italia una sentenza pronunciata dopo il mese di marzo 2001 deve presentarsi presso questi uffici munito di: 

•    copia della sentenza non tradotta;

•    Articolo  39 del Regolamento (CE) n. 2201/2003.


In caso di divorzi in presenza di figli minori o di divorzi non consensuali si consiglia di contattare questi uffici di Stato Civile preventivamente: potrebbe rivelarsi necessaria documentazione supplementare.


DECESSO



Per effettuare la comunicazione di un decesso avvenuto nel territorio del Granducato di Lussemburgo, è necessario far pervenire a questi uffici di Stato:

•    l’atto di morte emesso dal comune lussemburghese su formulario internazionale (modello C);

•    i documenti di identità del defunto.


Sarà successivamente cura di questa Cancellerai Consolare trasmettere l’atto in Italia per la trascrizione presso il comune di residenza A.I.R.E.


Nel caso in cui familiari desiderassero tenere il passaporto o la carta di identità, dovranno presentarsi personalmente in Cancelleria Consolare ai fini dell’annullamento degli stessi.


Numeri diretti degli uffici di Stato Civile:(+352) 443644 - 335
Indirizzi E-mail: ci_ambluss@esteri.it

 

 


98