Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

EMERGENZA COVID-19 (CORONAVIRUS)

Data:

26/06/2020


EMERGENZA COVID-19 (CORONAVIRUS)

PAGINA COSTANTEMENTE AGGIORNATA

Focus: Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia (in english)

IN EVIDENZA

Ordinanza Min. Salute 29 aprile 2021: prorogate fino al 15 maggio 2021 le misure di contenimento per gli arrivi in Italia da Paesi europei (tra cui il Lussemburgo).

In generale, chi proviene dai Paesi dell'Elenco C (incluso il Lussemburgo) può entrare in Italia alle seguenti condizioni:
• sottoporsi a tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia (risultato negativo);
• compilare un’autodichiarazione;
• sottoporsi a prescindere dall’esito del tampone molecolare o antigenico, alla sorveglianza sanitaria e a isolamento fiduciario per un periodo di 5 giorni;
• sottoporsi al termine dell’isolamento a un ulteriore tampone molecolare o antigenico;
comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio il proprio ingresso. Consulta qui i numeri verdi regionali e i numeri utili del Ministero della Salute raggiungibile anche dall'estero.

Deroghe

Anche alla luce del decreto-legge 13 marzo 2021, la situazione rimane al momento invariata per quanto concerne gli ingressi in Italia dall'estero (salvo il periodo dal 31.03 al 15.05 che prevede misure restrittive aggiuntive per chi proviene da un Paese UE+ incluso il Lussemburgo), che sono tuttora disciplinati dal DPCM del 2 marzo 2021.

ATTENZIONE: Dal 31 marzo al 15 maggio 2021, tutti coloro che hanno soggiornato o transitato, nei 14 giorni antecedenti all'ingresso in Italia, in uno o più Paesi UE+ (tra cui il Lussemburgo) indipendentemente dall’esito del test molecolare o antigenico già richiesto per l’ingresso in Italia (da effettuarsi nelle 48 ore antecedenti all'ingresso per chi parte dal Lussemburgo, ad eccezione dei bambini sotto ai due anni), devono sottoporsi anche a un periodo di 5 (cinque) giorni di quarantena presso l'abitazione o la dimora, previa comunicazione del proprio ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio. È obbligatorio, inoltre, effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei cinque giorni di quarantena. Si applicano le eccezioni già previste dall’art. 51 comma 7 del DPCM 2 marzo 2021 (in particolare: soggiorni in Italia inferiori alle 120 ore per motivi di lavoro, salute o assoluta urgenza).

Occorre sempre:

l'AUTODICHIARAZIONE IN CASO DI ENTRATA IN ITALIA DALL'ESTERO N.B. dal 19.04.2021 (in base all'Ordinanza 16 aprile 2021), la dichiarazione cartacea sarà sostituita, previa apposita circolare del Ministero della Salute, dalla compilazione di un modulo digitale di localizzazione del passeggero (fino a quando non sarà predisposto e anche in caso di impedimenti elettronici da parte del viaggiatore, è sempre ammessa l'autodichiarazione cartacea).

DPCM DEL 2 MARZO 2021: Dal 6 marzo al 15 maggio 2021, chiunque (ad eccezione dei bambini di età inferiore ai 2 anni) abbia soggiornato o transitato negli ultimi 14 giorni in un Paese UE+ (incluso il Lussemburgo), a prescindere dai motivi (quindi anche i cittadini italiani residenti all'estero), avrà l’obbligo di dimostrare al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli di essersi sottoposto, nelle 48 ore antecedenti all'ingresso in Italia, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo. In caso di mancata presentazione dell’attestazione relativa al test molecolare o antigenico prescritto, si è sottoposti a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria. Eccezioni all'obbligo del tampone: chiunque faccia ingresso in Italia per un periodo non superiore alle 120 ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l'obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario.

L'autodichiarazione rimane tuttora necessaria per l'ingresso in Italia dall'estero. Allo stesso modo, è obbligatorio informare del proprio ingresso in Italia il Dipartimento di Prevenzione della ASL competente (telefonicamente in caso di insorgenza di sintomi da Covid-19, altrimenti via mail).

Le frontiere sono aperte, pertanto è possibile al momento transitare in macchina nei vari Paesi (Francia, Germania, Austria, Svizzera) per raggiungere, dal Lussemburgo, la propria destinazione in Italia, e viceversa. Per possibili restrizioni in Francia, clicca qui. Si raccomanda di consultare anche il portale Viaggiare Sicuri della Farnesina e i siti web delle Ambasciate d'Italia nei Paesi di transito.

  • ULTIME NOVITÀ PER GLI SPOSTAMENTI VERSO IL LUSSEMBURGO

Il rientro dall'Italia al proprio Comune estero di residenza è sempre consentito. Anche chi lavora o studia temporaneamente in Lussemburgo (pur non essendo ancora iscritti all'AIRE), potrà tornare dopo un soggiorno trascorso in Italia.

Dal 29 gennaio 2021 e almeno fino al 15 maggio incluso, chiunque dai 6 anni in su (inclusi i residenti e a prescindere dalla nazionalità) faccia ingresso in Lussemburgo - a mezzo aereo con destinazione Findel - in provenienza dall'estero inclusi Paesi UE e dello spazio Schengen (ad eccezione di soggiorni in Paesi UE e Schengen inferiori alle 72 ore), dovrà esibire l'attestazione relativa al test molecolare (PCR) o rapido antigenico (con esito negativo) effettuato non più di 72 ore prima del volo (si consiglia di verificare sempre con la propria compagnia aerea le procedure di imbarco: l'esito del tampone è ora accettato - da Luxair - anche in lingua italiana su formato cartaceo o elettronico). Per i passeggeri che provengono da un Paese terzo (extra UE o fuori dallo spazio Schengen) l'obbligo del tampone vige anche se rientrono da soggiorni inferiori alle 72 ore e, fino al 31 marzo 2021, dovranno sottoporsi a un ulteriore tampone (test rapido antigenico) presso l'aeroporto Findel. Eccezioni all'obbligo del tampone (molecolare o antigenico): passeggeri in transito o in grado di certificare di avere già contratto il Covid-19. Se un passeggero non presenta un tampone valido o si rifiuta di sottoporsi al test rapido a bordo del vettore (ove previsto), sarà collocato dalle Autorità lussemburghesi in regime di quarantena per un periodo di 14 giorni a decorrere dalla data di ingresso nel Paese.

Le frontiere terrestri sono aperte e non è, al momento, richiesto di esibire l’esito negativo al tampone per fare ingresso in Lussemburgo in auto o in treno. La quarantena non è obbligatoria, ma fortemente consigliata nel caso in cui si sia entrati in contatto con persone positive nel proprio Paese di origine. In presenza di sintomi da COVID-19 (febbre, tosse, difficoltà respiratorie), è utile contattare la "Hotline Salute" per informazioni al numero 247-65533, mentre nei casi urgenti è necessario chiamare il 112, oppure rivolgersi al proprio medico curante.

Dati e statistiche aggiornate sul quadro epidemiologico lussemburghese (incluse le informazioni per i viaggi da e verso il Lussemburgo): clicca QUI. In questa pagina puoi consultare anche il PIANO VACCINALE LUSSEMBURGHESE con le relative modalità di prenotazione in base alle fasi previste dal calendario nazionale. Helpline Santé: 247-65533.

  • ALTRE INFORMAZIONI (dove effettuare il tampone in Lussemburgo, numeri utili del Ministero della Salute italiano, FAQ, collegamenti aerei diretti dal Lussemburgo all'Italia e viceversa)

Clicca qui per prenotare in tempo utile un test PCR gratuitamente, se residenti in Lussemburgo e dal 5 aprile 2021 solo in caso di viaggi all'estero per motivi di lavoro o studio. Altrimenti, è necessario rivolgersi presso qualsiasi laboratorio privato: Bionext, Ketterthill, Réunis, LNS). Fra quelli che non richiedono attualmente la prescrizione medica, si segnala: Picken Doheem (gruppo Bionext). Per ottenere la prescrizione medica, ci si può rivolgere, anche da non residenti in Lussemburgo (senza tesserino CNS) presso qualsiasi studio medico (qui una lista non esaustiva di medici che parlano italiano). E' ora possibile effettuare il tampone (PCR o antigenico rapido) a pagamento presso l'Aeroporto-Findel senza prescrizione medica prima di imbarcarsi per una destinazione estera, mentre chi atterra al Findel dal 9 aprile potrà usufruire nuovamente di un tampone gratuito. Dal 12 maggio 2021, il test antigenico rapido, con risultato certificato in meno di 30 minuti, può essere eseguito in alcune farmacie lussemburghesi. Clicca qui per maggiori informazioni.

In caso di mancata presentazione all'arrivo in Italia dell’attestazione relativa al test molecolare o antigenico prescritto, si potrà entrare in Italia (in quanto l'ingresso è sempre consentito ai cittadini - inclusi i loro familiari di qualsiasi nazionalità - di Stati membri dell'Unione europea, di Stati parte dell'accordo di Schengen, del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord, di Andorra, del Principato di Monaco, della Repubblica di San Marino, dello Stato della Città del Vaticano), ma si è sottoposti a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria.

Per ulteriori dubbi con riferimento alla propria specifica situazione, si raccomanda di contattare l'Azienda Sanitaria (ASL) competente per territorio. Il Ministero della Salute ha attivato anche una hotline 24/7 raggiungibile dall'estero ai numeri +39 0232008345 oppure +39 0283905385.

Consulta, nel dettaglio, le nuove disposizioni in vigore in Italia dal 4 dicembre 2020 sulla pagina COVID-19 VIAGGIATORI del Ministero della Salute italiano.

Collegamenti diretti della compagnia Luxair, anche in code-sharing con Alitalia (informazioni aggiornate): da e verso 14 città italiane - frequenza dei voli e periodo di viaggio

 

*******************************************************************************************

Si raccomanda sempre di verificare eventuali disposizioni aggiuntive da parte delle singole Regioni italiane di destinazione (l'ingresso in quelle considerate a rischio alto o di massima gravità, di colore "arancione" e "rosso", è di norma consentito solo per motivi di lavoro, salute, necessità o per rientrare al proprio domicilio/residenza/abitazione, in particolare dall'estero), contattandole direttamente o visitandone i rispettivi siti web. Il solo transito nelle c.d. Regioni "arancioni" e "rosse" è sempre permesso per raggiungere una Regione "gialla". In caso di ulteriori dubbi, per il rientro in Italia si consiglia di contattare la Polizia di Frontiera, la Prefettura o l'Azienda Sanitaria competente per territorio.

Dati e statistiche aggiornate sul quadro epidemiologico lussemburghese (incluse le informazioni per i viaggi da e verso il Lussemburgo e il piano vaccinale lussemburghese): clicca QUI. Non sono, al momento, previste misure restrittive (come un periodo di quarantena obbligatoria) all'ingresso in Lussemburgo, ad eccezione del tampone per chi viaggia in aereo, atterrando all'Aeroporto Findel.

Scarica la locandina sulle NUOVE MISURE DI CONTENIMENTO in vigore in Lussemburgo dal 30 ottobre 2020. Dal 26.12.2020 al 10.01.2021 il coprifuoco sul territorio nazionale è stato anticipato alle ore 21:00 fino alle ore 06:00 (ripristinato dalle ore 23:00 a partire dall'11 gennaio 2021 e prorogato al 15 maggio 2021). Tutti gli aggiornamenti sulle misure di contenimento e contrasto al Covid-19 in Lussemburgo in questa pagina.

 

 RIENTRO IN ITALIA DALL'ESTERO:

**SCARICA QUI IL NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE.**

ALLEGATO CON NORMATIVA ANTI-COVID PER RIENTRO DALL'ESTERO

Ulteriori chiarimenti sulle restrizioni per gli spostamenti da e verso l'Italia: consolare.lux@esteri.it

 

******************************************************************************************************* 

Si informano i connazionali che si trovano a vario titolo in Lussemburgo che le Autorità sanitarie locali hanno attivato uno specifico protocollo d'intervento per la gestione di possibili casi riconducibili al nuovo Coronavirus. In presenza di sintomi da COVID-19 (febbre, tosse, difficoltà respiratorie), è utile contattare la "Hotline Salute" per informazioni al numero 247-65533, mentre nei casi urgenti è necessario chiamare immediatamente il 112,oppure rivolgersi al proprio medico curante. Dai primi di luglio, si registra un sensibile aumento dei contagi, ma va tenuta in debito conto la specificità del contesto lussemburghese e in particolare l'elevato numero di tamponi effettuati in rapporto alla popolazione residente, inclusi i frontalieri. 

Da lunedì 20 aprile, è obbligatorio in Lussemburgo l’uso della mascherina o di altri dispositivi idonei alla protezione di naso e bocca (sciarpa o foulard), in tutte le situazioni in cui non sia possibile mantenere il distanziamento sociale di almeno 2 metri.

Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle disposizioni delle Autorità sanitarie locali e di consultare regolarmente gli aggiornamenti contenuti nella pagina web del MINISTERO DELLA SALUTE lussemburghese:

http://sante.public.lu/fr/prevention/coronavirus-00/index.html

Regole per gli spostamenti della POLIZIA lussemburghese:

https://police.public.lu/fr/actualites/2020/03/w12/16-communique-controles-covid19.html

Circolari del MINISTERO DELL'INTERNO lussemburghese:

https://gouvernement.lu/fr/actualites/toutes_actualites.gouv_mint%2Bfr%2Bactualites%2B2020%2B03-mars%2BCoronavirus.html

Informazioni e raccomandazioni del GOVERNO lussemburghese per settore/ambito di attività:

https://coronavirus.gouvernement.lu/fr.html

I suggerimenti e le notizie utili del MINISTERO DELLA SALUTE italiano sono disponibili nella seguente pagina web:

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

GOVERNO ITALIANO - PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI:

http://www.governo.it/

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE:

http://www.protezionecivile.gov.it/home

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE:

http://www.viaggiaresicuri.it/

Farnesina al lavoro per una corretta informazione all’estero

 

*******************************************************************************************************

Questa Ambasciata rimane a disposizione per ulteriori informazioni o comunicazioni al riguardo, all'indirizzo mail: consolare.lux@esteri.it

Numero di reperibilità (in situazione di comprovata emergenza): +352 621 13 15 66

Dal 16 marzo al 26 maggio 2020, é rimasta attiva anche una seconda linea per casi relativi all'emergenza COVID-19.

Si raccomanda di lasciare la linea emergenziale a chi si trova in situazioni di grave necessità per motivi di salute, di indigenza o perché senza una dimora stabile in Lussemburgo. Nel richiamare ciascuno al proprio senso di responsabilità, l'Ambasciata sta assistendo chiunque si trovi a vario titolo nel Granducato ed è pronta ad ascoltare ogni singola richiesta, ma deve accordare la priorità a chi ha necessità urgente di assistenza consolare o di informazioni funzionali al rientro in Italia per motivi essenziali e realmente indifferibili.

Si fa presente che il centralino dell'Ambasciata (tel. +352 44 36 44 1) é tuttora operativo durante gli orari di apertura al pubblico (Lun-Ven 9.00 - 12.30 + giovedi pomeriggio 14.00 -16.30). Gli Uffici della Cancelleria Consolare seguono gli stessi orari, ma con alcune limitazioni quanto all'attività di sportello per motivi di prevenzione:

QUI SONO DESCRITTE NEL DETTAGLIO LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DI TUTTI I SERVIZI CONSOLARI DAL 20 APRILE 2020 FINO A NUOVA DATA.

 

*************************************************************************************************

LE AMBASCIATE E I CONSOLATI NON INTERVENGONO NELLE QUESTIONI DI CARATTERE COMMERCIALE, COME L'ANNULLAMENTO DI BIGLIETTI E PRENOTAZIONI. SI CONSIGLIA, PERTANTO, DI RIVOLGERSI ALLA PROPRIA COMPAGNIA AEREA IN MERITO ALLA PROCEDURA DA SEGUIRE.

I cittadini residenti nel Granducato (inclusi i connazionali iscritti o non ancora iscritti all'AIRE), in particolare quelli che si trovano momentaneamente fuori dallo spazio Schengen, sono stati invitati dalle Autorità lussemburghesi a fare rientro il prima possibile: in mancanza di trasporti operativi o di altre evidenti difficoltà, possono contattare il Ministère des Affaires Étrangères et Europeennes (+352 247-82386, oltre gli orari d'ufficio e nei fine settimana: +352 247-82300 - boite.officielle@mae.etat.lu) o l'Ambasciata del Lussemburgo accreditata nel Paese in questione, oltre a poter rivolgersi per assistenza all'Ambasciata italiana di riferimento.  

FOCUS SUI SERVIZI CONSOLARI PIU' RICHIESTI NELL'ATTUALE SITUAZIONE EMERGENZIALE:

- Non hai motivi di comprovata necessità per rientrare in Italia alla luce delle misure di contenimento in atto, ma hai urgenza di acquistare/vendere beni immobili o mobili? RIVOLGITI AL NOSTRO UFFICIO NOTARILE PER UNA PROCURA SPECIALE: notarile.lux@esteri.it oppure consolare.lux@esteri.it.

- Sei iscritto all'AIRE di Lussemburgo ma ti trovi momentaneamente in Italia e hai urgenza di rientrare presso la tua residenza nel Granducato? TI BASTA L'AUTOCERTIFICAZIONE, MA RILASCIAMO ANCHE CERTIFICATI DI ISCRIZIONE NELLO SCHEDARIO CONSOLARE (AIRE) SU RICHIESTA: aire.lux@esteri.it.

- devi partire per l'Italia per motivi di assoluta necessità ma sei privo di passaporto/carta di identità? RILASCIAMO SEMPRE DOCUMENTI DI VIAGGIO: ti aspettiamo allo sportello (durante gli orari di apertura) con tutta la documentazione richiesta! 

N.B. In base all'art. 104 del DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020 n. 18 (c.d. "Decreto Cura Italia"), la validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità rilasciati da amministrazioni pubbliche (passaporti, carte di identità cartacee ed elettroniche, patenti di guida), scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto, é prorogata al 31 agosto 2020 (nuova proroga: fino al 30 APRILE 2021). La validità ai fini dell'espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Per ulteriori approfondimenti: Le misure del Mit per il COVID-19

**************************************************************************************************

 Focus: Cittadini Italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia


650