Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Seminario “La politica estera femminista per promuovere pace e sicurezza”- Lussemburgo. 10/10/2023

Seminario organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Lussemburgo in collaborazione con l’Università del Lussemburgo.

———————————-

Si tiene oggi 10 ottobre 2023 a Lussemburgo un seminario dedicato al tema di grande attualità della “politica estera femminista”.

Negli ultimi anni sempre più governi hanno adottato specifiche linee d’azione volte a contribuire a bilanciare le disuguaglianze di genere, la tutela dei diritti umani e un approccio più inclusivo alla diplomazia e agli affari internazionali.

“Si tratta di una dimensione fondamentale nelle relazioni internazionali. Il ruolo femminile, in un mondo dove ancora prevalgono disuguaglianze e tensioni, è cruciale per promuovere pace e sicurezza, la lotta ad ogni forma di discriminazione di genere e razziale, la sostenibilità, i diritti umani  e la cooperazione internazionale”, ha sottolineato Diego Brasioli, ambasciatore d’Italia in Lussemburgo: “siamo particolarmente felici di questa collaborazione con il Diplomacy Lab della locale università, un forum di discussione sui temi più rilevanti dell’attualità internazionale animato dagli stessi studenti e giovani ricercatori”.

L’evento sarà aperto da un messaggio della Ministra degli esteri di Romania, Luminita Odobescu, e si svilupperà in una tavola rotonda tra vari esperti in materia, tra cui l’Ambasciatore tedesco in Lussemburgo, signora Heike Peitsch (la Germania ha recentemente adottato ufficialmente una linea d’azione volta a promuovere la politica estera femminista), Roberta Risso del Diplomacy Lab dell’Università di Lussemburgo, l’Ambasciatore per i diritti umani del Lussemburgo Anne Goedert, la Professoressa Annika Bergman Rosamond (Università di Edimburgo e Lund) e, in collegamento dalla Farnesina, la diplomatica Consigliere Serena Lippi del MAECI.

Le presentazioni saranno seguite da un dibattito tra gli studenti, alla presenza di un qualificato pubblico di esperti.